ASD VAYU CENTRO OLISTICO

...CON NOI VERSO IL TUO BENESSERE .......


Valentina….azzura come il cielo limpida nel suo essere chiara come il mare calmo…


Checcha….giallo come la luce del sole, calda in ogni situazione…


Veronica….rossa come la passione, passionale nel suo IO…


Eloisa…verde….come la speranza…divina nel suo mondo…


Quattro operatrici…che insieme formano il blu della notte, chiare come le stelle che insieme al loro essere uniscono l’aria che ogni giorno respiri, una marea di varie sensazioni che si intersecano nel loro mondo.

 

Tantra in sanscrito ha diversi significati con una comune matrice: significa tessere trame infinite oppure strumento di tessiture oppure strumento per ampliare trame oppure, e questo è il significato che si avvicina maggiormente alla nostra cultura occidentale , significa, “strumento per ampliare la coscienza”.

Tipo di pratica:

In occidente la pratica tantrica è stata trasformata in pratica corporea esperienziale e rituale, di ascolto e meditazione, che cavalca l’esperienza dell’energia erotica come veicolo per sciogliere nell' ardore le resistenze e i condizionamenti dell'Ego, e portarci all'incontro profondo con se stessi, all’incontro profondo e puro dei cuori, all'incontro con l'Amore autentico e con l'Energia Divina che e' in noi, pur rimanendo con i piedi per terra.
Il Tantra quindi è una pratica psicocorporea che in quanto tale, permette di accedere  alle alte sfere spirituali.

Beneficio principale:

  • riaprirsi a quella condizione un po’ speciale, quello stato di grazia che è collegabile ai fenomeni del processo creativo artistico in cui l'amore ci pervade interamente e ci troviamo appagati ed appassionati del momento presente, aperti e attenti a creare quello che ci nutre per la nostra opera d' arte che equivale a creare l'opera d'arte che è la nostra vita, pronti a dare e ricevere nello stesso attimo.
  • Risentire l’autentico piacere e l’autentica pace che nascono da essere in contatto profondo con il proprio corpo ed il proprio cuore, imparare a vedere ombre e difficoltà e prenderle per mano, condizione necessaria a superare limiti corporei e mentali e sciogliere pesi che opprimono il cuore, e ricollegarsi profondamente con se stessi, con l’altro e con la vita nella sua totalità. Giungere in quello stato in cui è possibile accedere alla coscienza senza confini dell'universo transpersonale, dove troviamo quella fonte che ci rende artisti ( in quanto canali aperti allo scorrere dell’energia creativa) della vita affettiva e della propria vita in generale, trasformando la donne:
    • ad amare il proprio corpo
    • a riconciliarsi con la propria femminilità
    • a continuare a sentirsi donna e amante negli anni (non solo madre e moglie)
    • ad abbattere la convinzione che dare spazio al sesso per una donna sia immorale
    • a riconoscere e coltivare le proprie capacità e predisposizioni, realizzandole nel quotidiano e nel lavoro.
    • a riconoscere la bellezza come qualità che risiede nel cuore più che nel corpo e che dal cuore può irradiare ad ogni corpo

    aiuta gli "E’ importante allenarsi al sentire, è importante che le esperienze vissute nei corsi diventino, con costanza e disciplina, esperienze frequenti nella nostra vita di ogni giorno. Con un po’ di pazienza e allenamento il Tantra e l'Arte, che uniscono passione e meditazione nello stato dell’ascolto profondo del corpo e delle sensazioni, diventano un modo di vivere con cui affrontare le gioie ed i dolori dell’esistenza, diventano un modo di vivere la vita in quel fremito continuo di passione ed accoglienza insieme, di dare e ricevere nello stesso attimo.
    Ecco che sempre più spesso la nostra vita diventa un incontro amoroso. Quell'incontro amoroso che si avvicina all'evento artistico , così come l'evento artistico può avvicinarsi ad un incontro amoroso". O. Marini

    Differenze con altre eventuali discipline esistenti:

    Il tantra ha due diversi tipi di pratica:

    • il Tantra Bianco o tantra della mano destra, è una pratica meditativa costituita da meditazioni statiche ed in solitudine.
    • Il Tantra Rosso o tantra della mano sinistra, è una pratica in cui la meditazione non è solo tempo di immobilità e di serietà, la meditazione e la sacralità si vivono in ogni attimo dell’esistenza, attraverso l’ascolto profondo e l’attenzione a ciò che accade in noi e fuori di noi. Meditare vivendo: mentre si balla, mentre si lavora, mentre ci si abbraccia, mentre si mangia o si beve, mentre si fa l’amore, mentre si parla ecc

    Il Tantra è un territorio sconosciuto che spesso lascia spazio a fraintendimenti e paure, portandosi dietro il falso fardello del luogo comune del “sesso libero”.

    A differenza di altre discipline dove il tantra è passato come una pratica Yoga ed in altre ancora dove il Tantra è passato come una pratica orgiastica ed in altre ancora dove si affronta il tantra seguendo una linea orientale di mantra, danze e nozioni spirituali difficilmente concretizzabili nel nostro quotidiano e lontane dall’affrontare le ombre e le luci, , il Tantra rosso occidentale propone una serie di esperienze attraverso le quali:
    possiamo risentire l’autentico piacere e l’autentica pace che nascono da essere in contatto profondo con il proprio corpo ed il proprio cuore ed anche riti ed esercizi che ti aiutano a vedere ombre e difficoltà, necessari a superare limiti corporei e mentali e sciogliere pesi che opprimono il cuore, esperienze attraverso le quali è possibile collegarsi profondamente con se stessi, con l’altro e con la vita nella sua totalità e giungere in quello stato in cui è possibile accedere alla coscienza senza confini dell'universo trans personale. poichè nel Tantra l’inferno ed il paradiso non sono separati, l’uno e l’altro nella loro totalità possono condurre a sentire interiormente l’ alta vibrazione divina.

Effetti e benefici

Effetti psico-fisici molto specifici
Nella tradizione del tantra antico il rituale delle 5 M, durante il quale si mangiava carne e pesce, si mangiava un cereale allucinogeno, si beveva alcool e si faceva sesso, era vissuto come il rituale iniziatico trasgressivo per eccellenza che consentiva di superare i propri limiti e di accedere alla coscienza. Per noi occidentali il vero tabù, la vera trasgressione non è né ubriacarsi, né fare sesso, né mangiare carne e pesce, né assumere droghe. Il vero tabù è accedere al mondo delle emozioni, delle sensazioni e dei sentimenti e prendere coscienza delle nostre dinamiche psichiche, senza esserne sopraffatti. Avendo consapevolezza delle dinamiche, riconosciamo i comportamenti che minacciano la nostra vita affettiva e sentiamo il bisogno di acquisire nuovi strumenti per trovare delle soluzioni. L’atteggiamento più utilizzato nella nostra educazione è tentare di allontanare l’ascolto interiore, uscire dalla presenza a se stessi servendosi del sesso e dell’ebbrezza.
L’onestà interiore, consiste nell’accettare e accogliere ciò che sentiamo in ogni momento, senza cercare di nascondere le imperfezioni o punirci con i sensi di colpa. E’ dalla coscienza e l’accoglienza di quel che c’è che troviamo gli strumenti per  migliorare ciò che non ci piace di se stessi.

“Qui è c’è la nostra energia bloccata e serve smuoverla elevandoci energeticamente e spiritualmente come nel Tantra facevano 4000 anni fa provocando la vera unione dell’energia della Shakti con la consapevolezza di Shiva.
Ed è questo che le nostre scuole attuali smuovono attraverso gli antichi rituali tantrici, l’alta energia erotica che si crea apre la commozione e l’ intesa del cuore fra uomo e donna.
Ed è questo che distingue un rituale tantrico dall’orgia o dalla stessa ginnastica sessuale: è l’energia del cuore, l’alta atmosfera di rispetto che nasce dall’unione dell’energia sessuale e della consapevolezza e che irradia amore”.

Stare nella condizione dell’ascolto intimo aiuta non solo a riconoscere i propri movimenti interni e se necessario  migliorare ciò che non ci piace di se stessi, ma significa anche riconoscere i limiti ed i punti di forza del proprio partner, non per intervenire sull’altro, nè per cambiarlo o colpevolizzarlo, ma per imparare ad accoglierlo così come è.

Ogni rapporto affettivo può essere mantenuto vivo se invece di attribuire colpe impariamo noi per primi a portare nuova linfa, nuova energia alla coppia.

 

Homepage gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!